È consentito campeggio selvaggio in Francia?

No, in Francia il campeggio selvaggio e in piedi libero con il camper non è ufficialmente permesso. In alcune regioni, tuttavia, il campeggio e il bivacco su strade, parcheggi e proprietà private è consentito con il permesso delle autorità locali.

Ultima ricerca: Autunno 2020

Nei centri turistici e nei parchi nazionali, il campeggio selvaggio e il free standing sono regolarmente controllati e, nel peggiore dei casi, possono essere puniti con multe fino a 1.500 €. Nelle zone rurali lontane dalle zone turistiche, la gente è più tollerante con i campeggiatori selvatici. Ci sono sempre anche proprietari privati che permettono di pernottare sulla loro terra.

Ci sono alcune eccezioni e aree che permettono il campeggio selvaggio.

  • Tra 19 h e 9 h bivacco è consentito nei parchi nazionali, un elenco mostra dove è possibile campeggiare.
  • Molti villaggi hanno piazzole libere per roulotte e camper.
  • Lontano dalle zone turistiche, i controlli sono meno rigorosi.
  • Ci sono molti proprietari terrieri che permettono il pernottamento nelle loro proprietà.

Inoltre, ci sono comuni che mettono a disposizione campi sportivi o aree simili. Questi comuni possono essere identificati da cartelli con le parole: "Camping reglementé, s'adresser á la mairie". In questi comuni devi chiedere una piazzola al sindaco.

Campeggio Selvaggio in Francia
Campeggio Selvaggio in Francia
Campeggio selvaggio in montagna
Campeggio selvaggio in montagna

Consigli e trucchi per il campeggio selvaggio in Francia

La Francia è la destinazione turistica più popolare al mondo e viene visitata da milioni di turisti ogni anno. La Francia è anche una delle tre principali destinazioni per i campeggiatori. Quando si campeggia in natura, tuttavia, ci sono alcune regole da seguire per evitare problemi con le autorità e i residenti. Abbiamo messo insieme quattro suggerimenti per facilitare il vostro viaggio attraverso la Francia.

Bivacco
Anche se è severamente vietato il campeggio selvaggio e la permanenza libera nei parchi nazionali, è comunque consentito bivaccare nei parchi dalle 19 alle 9. All'ingresso dei parchi, cartelli o elenchi indicano le aree in cui non è consentito il bivacco, che si trovano per lo più ai confini del parco nazionale. Nella maggior parte dei parchi, la regola generale è che la passeggiata tra l'ingresso o l'uscita del parco e la zona notte dovrebbe essere di un'ora.

Prestare attenzione alla stagione e alla regione
In alta stagione e nelle conurbazioni e nelle regioni molto frequentate dai turisti, i controlli sono più frequenti e i divieti sono applicati in modo più rigoroso dalla polizia. Se, invece, si viaggia al di fuori dell'alta stagione e si visitano le zone rurali, gli abitanti e i poliziotti sono più cortesi e tollerano il vostro soggiorno.

Non in campeggio ma con pernottamento
L'Ente francese per il turismo ha stabilito che i camper e i campeggiatori possono essere parcheggiati dove generalmente consentito, a condizione che le loro dimensioni non influiscano sulla panoramica del traffico. Questo permesso è valido fino a sette giorni e sono consentiti anche i pernottamenti a bordo dei veicoli. Tuttavia, non può essere mostrato alcun comportamento di campeggio. Tende, tavoli, sedie, ombrelloni o l'estensione della tenda da sole non è quindi consentita.

Articoli da trasportare
Se viaggiate in Francia a bordo di un veicolo a motore, dovete portare con voi alcune cose per evitare sanzioni in caso di controllo da parte della polizia. Oltre al giubbotto di segnalazione e al triangolo di segnalazione, da tempo è necessario un etilometro con certificazione francese NF. Tuttavia, dalla fine del 2019 questo non è più necessario.

A proposito: Secondo uno studio dell'ADAC, la Francia è il quarto paese di campeggio più economico d'Europa. Due adulti con un solo bambino pagano in media 36,55 € per un pernottamento in campeggio, comprese la piazzola e le spese accessorie.

10 fatti interessanti, bizzarri e divertenti su Francia

Il fatto che i francesi mangiano molto baguette e formaggio è ben noto e nessuno si sorprende. Inoltre, potreste aver già sentito dire a scuola o letto da qualche parte che è il più grande paese dell'UE in termini di superficie. Ma sai quanto tempo ci vuole per vedere tutte le opere d'arte al Louvre? O quanto possono essere pericolose le ostriche? Troverete le risposte nei nostri fatti sulla Francia.

Fatto #1 - Louvre
Se guardi ogni opera d'arte al Louvre per soli dieci secondi, ci vorranno comunque 97 ore per finirla. Ospita un totale di 35.000 opere d'arte.

Fatto #2 - Rotatoria
In Francia ci sono circa 30.000 rotonde, molte delle quali sono decorate con sculture o opere d'arte simili. Questo è un record mondiale, tra l'altro.

Fatto #3 - Sulla strada
Si stima che tra 500.000 e 1.000.000.000.000 di francesi senza patente di guida sono su strada e circa 750.000 automobili non sono assicurate. Quindi guida con prudenza.

Fatto #4 - Segnaletica stradale
Senza alcuni cartelli stradali, il caos scoppierebbe sulla strada, ma i parigini farebbero a meno di un cartello relativamente importante. Dal 2012 non ci sono più segnali di stop a Parigi.

Fatto #5 - Piccioni nell'esercito
Come unico esercito in Europa, i francesi usano ancora piccioni viaggiatori. Circa 150 piccioni sono di stanza a Mont Valérien vicino a Parigi. Sono utilizzati per la comunicazione in caso di calamità.

Fatto #6 - Breve e conciso
Il comune con il nome più breve del mondo si trova in Francia nel dipartimento della Somme. Quanto manca? Si compone di una lettera, Y. E gli abitanti? Naturalmente, si chiamano Ypsilon.

Fatto #7 - Chi vuole divertirsi deve soffrire
La prelibatezza più popolare in Francia sono le ostriche. In media, circa 2.000 francesi si feriscono così gravemente ogni anno che hanno bisogno di cure mediche.

Fatto #8 - Champagne
Ai francesi piace divertirsi. Bevono oltre 180 milioni di bottiglie di champagne all'anno. Si tratta di un record mondiale e rappresenta oltre la metà del consumo mondiale di champagne.

Fatto #9 - La terra dell'amore
Molte persone associano la Francia all'amore, ma i francesi vanno oltre quanto si pensi. In Francia è legalmente consentito sposare una persona morta. Molto bizzarro ma vero.

Fatto #10 - Uno per tutti e tutti per uno
Ai parigini piace viaggiare di colore sui mezzi pubblici. Tanto che si è formata una grande comunità che paga in un'unica pentola per pagare le multe che ne derivano.

Tutto quello che dovete sapere per il vostro viaggio

Attrezzature, di cosa ho bisogno?

  • Triangolo d'allarme Si
  • Gilet di sicurezza Sì, uno per occupante
  • Kit di pronto soccorso No
  • Set di lampade di ricambio Sì, tranne Xenon / LED
  • Pneumatico di ricambio / set di riparazione No
  • Estintore No
  • Fune di traino No
  • Fune di strappo per tutti i rimorchi No

Guida

  • Ho bisogno di una vignetta o ci sono dei pedaggi? Si
  • Traffico a destraPer evitare di abbagliare gli altri utenti della strada, è necessario regolare o mascherare i fari se hanno una luce asimmetrica e sono guidati a destra
  • È obbligatorio guidare con le luci accese durante il giorno? Nein

Informazioni

  • L'acqua del rubinetto è potabile? Si
  • Tipo di presa: C+F
  • Numeri di energia: 112
  • Valuta: Euro (EUR)
  • Lingue ufficiali: Francese
  • Codice della targa del paese: F

Prezzi medi, in €

  • Prezzo caffè arrotondato: 2.00
  • Prezzo birra arrotondato: 6.00

Condizioni di ingresso per gli animali

  • È necessario un passaporto UE valido per animali da compagnia in cui il vostro animale sia chiaramente identificato (microchip o tatuaggio), nonché una vaccinazione antirabbica valida al momento dell'ingresso. La vaccinazione antirabbica deve avere almeno 21 giorni, ma non più di 6 mesi. Si
  • Se il vostro ingresso proviene da un Paese non UE con uno stato di rabbia ridotto, dovete farvi fare un test degli anticorpi antirabbico circa quattro settimane prima di entrare nel Paese e farlo inserire nel passaporto UE per animali da compagnia. Si
  • Il vostro cane deve essere curato per la presenza di vermi solitari da 24 a 120 ore prima dell'ingresso. No
  • Oltre a un passaporto UE per animali da compagnia valido con tutte le indicazioni richieste, è necessario anche un certificato veterinario ufficiale (vecchio al massimo 10 giorni). No
  • L'importazione di cani da combattimento o di razze classificate come pericolose non è consentita. Si

Partner di Caravanya

Iscriviti alla nostra newsletter!

Registrare un account

lunghezza di almeno 6 caratteri lunghi