È consentito campeggio selvaggio in Romania?

Sì, in Romania è consentito il campeggio selvaggio e in piedi libero con il camper. Fanno eccezione le riserve naturali e i parchi nazionali.

Ultima ricerca: Primavera 2020

Campeggio selvaggio e free standing è ufficialmente permesso in Romania. Questa autorizzazione è valida sia per l'entroterra che per le spiagge. Nonostante l'autorizzazione generale per il campeggio selvaggio, alcuni punti dovrebbero essere osservati.

  • Il campeggio selvaggio non è consentito nelle riserve naturali come il Delta del Danubio.
  • In montagna ci sono cartelli che sconsigliano il campeggio selvaggio a causa degli orsi. Questo consiglio dovrebbe essere seguito con urgenza.

Naturalmente, quando campeggiate dovreste assicurarvi di non molestare le altre persone e di non collocare il vostro campeggio su una proprietà privata. Come sempre, è necessario seguire le regole generali di comportamento quando si campeggia in natura, al fine di dare agli altri campeggiatori dopo di voi la possibilità di godere del sito.

Cielo da sogno
Cielo da sogno
Campeggio Selvaggio in Romania
Campeggio Selvaggio in Romania

Consigli e trucchi per il campeggio selvaggio in Romania

Gli abitanti della Romania amano accamparsi. Forse questo è uno dei motivi per cui il campeggio selvaggio è ufficialmente permesso in Romania. Non è un problema accamparsi e godersi il paesaggio e la tranquillità, si può anche passare la notte in spiaggia senza problemi. Per rendere il vostro viaggio un completo successo, abbiamo messo qui alcuni suggerimenti a vostra disposizione.

Animali selvatici
Oltre agli abitanti delle foreste innocui per l'uomo, come lepri, cervi, scoiattoli e tassi, è possibile incontrare orsi e lupi nelle foreste rumene. Se decidete di scegliere un luogo all'interno o vicino alle foreste, dovreste prestare attenzione alle tracce di animali nei vostri dintorni. E porta sempre con te un po' d'aglio per proteggerti dai vampiri. ;-)

Regole del traffico
Nel tuo viaggio attraverso la Romania dovresti considerare alcuni punti nel traffico, perché una violazione di queste regole spesso si traduce in multe o, nel peggiore dei casi, anche in un divieto di circolazione. In Romania:

  • il divieto assoluto di guidare sotto l'effetto dell'alcool
  • Obbligo di utilizzare pneumatici invernali in condizioni stradali invernali
  • l'obbligo di portare con sé un estintore e due triangoli di segnalazione

Pedaggio
I veicoli a motore in Romania devono pagare un pedaggio stradale, il Rovignette. Il bollo elettronico può essere acquistato ai valichi di frontiera, nelle stazioni di servizio o online. Se non si dispone di un Rovignette valido, si può essere soggetti a multe consistenti. Nella pagina seguente troverete tutte le informazioni di cui avete bisogno e potrete acquistare direttamente la vostra Rovignette: https://www.roviniete.ro/

Strade
Le strade in Romania non sono così male come la loro reputazione, ma a volte sono segnate da buche o sottosquadri sul ciglio della strada. Questi danni spesso non sono sufficientemente segnalati e sono quindi solo male o troppo tardi per essere riconosciuti. Per questo motivo è necessario prestare particolare attenzione alle condizioni della strada ed evitare, se possibile, di guidare di notte.

10 fatti interessanti, bizzarri e divertenti su Romania

La Romania è conosciuta in tutto il mondo per una cosa in particolare: Conte Dracula. Il vampiro più famoso della storia si dice che abbia chiamato la sua patria Transilvania e si basa sul comandante dell'esercito walachiano Vlad III.

Fatto #1 - Palatul Parliamentului
Il Palazzo del Parlamento nella capitale rumena Bucarest è uno degli edifici più grandi del mondo in termini di superficie e il secondo edificio amministrativo più grande del mondo con una superficie di 365.000 m².

Fatto #2 - Chiese di legno
La chiesa del monastero di Peri vicino a Săpânța è, con i suoi 75 metri, la chiesa a pentagramma più alta d'Europa e la seconda struttura in legno più grande d'Europa. E' stato costruito tra il 1997 e il 2003.

Fatto #3 - Penna stilografica
L'ingegnere rumeno Petrache Poenaru ha sviluppato una penna stilografica, che ha brevettato in Francia nel 1827.

Fatto #4 - Castello di Peleș
Il castello di Peleș è stato il primo castello in Europa ad essere completamente rifornito di elettricità. Ciò è stato possibile grazie alla propria centrale elettrica proprio accanto all'edificio.

Fatto #5 - Statua di Decebalo
La statua di Decebalus è con 55 metri la scultura in pietra più alta d'Europa. Rappresenta il re Decebalo, l'ultimo re della Dacia che difese il paese dai Romani.

Fatto #6 - Delta del Danubio
Il delta del Danubio è il secondo delta più grande d'Europa dopo il Volgadelta. Si estende su una superficie di circa 5.800 km², di cui quasi tre quarti sono protetti.

Fatto #7 - Atleti
La Romania ha prodotto alcuni atleti speciali, tra cui il primo ginnasta a ricevere un perfetto punteggio di 10 punti ai Giochi Olimpici.

Fatto #8 - La banconota più piccola del mondo
La banconota più piccola del mondo era la banconota romena 10 Bani. Fu messo in circolazione nel 1917 e aveva solo 27,5 mm x 38 mm di dimensioni.

Fatto #9 - Macchina per l'espresso
Il primo predecessore delle macchine per caffè espresso di oggi è stato sviluppato da Francesco Illy, un imprenditore nato in Romania. E' anche il fondatore del marchio di caffè Illy.

Fatto #10 - Illuminazione stradale elettrica
La città di Timisoara, nella parte occidentale del paese, è stata la prima città in Europa a ricevere l'illuminazione stradale elettrica. La conversione del gas ha avuto luogo nel 1884.

Iscriviti alla nostra newsletter!

Registrare un account

lunghezza di almeno 6 caratteri lunghi